Loading...

Mobile Menu

Il lavoro che non sente crisi: il pasticcere

by admin, settembre 15, 2014

dolci in preparazione

Il mercato del lavoro è in crisi, ma non è poi del tutto vero: ci sono lavori che son remunerativi e dove la manodopera è sempre richiesta. Uno di questi è senz’altro il settore della pasticceria. I pasticceri professionali infatti sono tra i professionisti maggiormente ricercati: il mercato sembra non conoscere crisi, e soprattutto, con lo sviluppo di ‘discipline’ parallele come ad esempio il cake design, sempre di più sono le specializzazioni richieste al professionista del dolciume. Come si può fare per diventare un buon master chef della pasticceria? Oggi vi sono tanti modi per re-inventarsi PASTICCERE PROFESSIONISTA: ecco quindi alcune dritte su come diventare un bravo pasticcere, tra i più richiesti sul mercato!

La pasticceria: un settore senza crisi

I dati in Italia parlano chiaro: il Pasticcere è una delle professioni maggiormente richieste sul Mercato Del Lavoro. L’Università dei Sapori di Perugia dirama l’indice di occupazione dei nuovi pasticceri, che si situa oltre il 70% ogni anno: ciò vuol dire solo una cosa, e cioè che il settore della pasticceria non risente affatto della crisi. Si calcola infatti che in Italia la popolazione spenda in dolci oltre duecento milioni di euro all’anno, e non solo quando arriva il momento di festeggiare compleanni, lauree, matrimoni o occasioni speciali, ma anche per la quotidianità: ogni scusa è buona per riunirsi attorno a un pasticcio per addolcire la giornata della famiglia! Ecco perché sempre più persone, scelgono la via professionale della pasticceria. Ma come si fa a diventare pasticceri?

La via dell’istituto alberghiero

La via più facile per intraprendere il percorso della pasticceria è senz’altro quello che, già dalla fine delle medie, porta ad iscriversi agli istituti ad indirizzo enogastronomico. In questo modo si sarà maggiormente indirizzati verso il percorso e sin da giovanissimi si potranno conoscere i segreti del mestiere. In seguito, poi, si può seguire un professionista per approfondire: trovare gli annunci o inserire il proprio oggi è facile, grazie ad internet, e si possono trovare posti da apprendista anche ben retribuiti. Chiaramente, la gavetta come si faceva una volta, ossia affiancarsi a un pasticcere esperto per imparare i trucchi, resta sempre il percorso preferibile: in questo modo si fa esperienza sul campo, ed è così che vengono tramandati i segreti della tradizione pasticcera. Lo stipendio inizialmente è quello riservato di norma a un apprendista, ma con il tempo i risultati si vedranno, eccome!

Tanti corsi e master anche per aspiranti pasticceri

Chi non ha fatto la scelta giusta – cioè la scuola alberghiera – al momento giusto, è sempre in tempo per convogliare i propri sforzi e specializzarsi in questo settore: tanti sono ragazzi con la laurea che hanno messo da parte le ambizioni inerenti al proprio percorso di studi per diventare pasticceri, o persone che lavoravano già ma hanno infine scelto di cambiare mestiere per intraprendere la via più… dolce! I corsi oggi sono molpeplici – come ad esempio il master dell’Università dei Sapori di Perugia, i corsi organizzati da enti come la Con.Pa.It del Lazio o il portale Corsopasticceria.it. Questi corsi servono all’aspirante per imparare a fare ottime torte, biscotti e pasticcini deliziosi, e perfino decorarli secondo le tecniche più innovative del cake design: perché ogni PASTICCERE PROFESSIONISTA sa che oggi anche la presentazione è importante!

No Comments


Leave a Reply

Your email address will not be published Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*